Ci siamo allontanate dal  blog per 2
motivi uno di questi molto triste: il giorno dell’Immacolata (8 dicembre) è scappato dal nostro
giardino uno dei cani.Nella nostra famiglia i pelosi sono dei veri e propri componenti e la
scomparsa di uno di loro ha metabolizzato le nostre energie nella ricerca.Il giardino, che normalmente risuona del loro abbaiare, era silenzioso in maniera spettrale, gli altri cani erano come perplessi davanti ad un’assenza che non capivano e , ne siamo sicure, sentivano la nostra ansia nella ricerca.
Averlo ritrovato dopo giorni di ricerche affannose che hanno coinvolto animalisti e non della nostra zona e che ci ha fatto conoscere persone con le quali solo virtualmente condividevamo il nostro amore per gli animali, ha dato un sapore diverso al nostro ultimo giorno dell’anno….. 

L’altro motivo è
il tempo che a Natale, tra il lavoro, che in questo periodo è VERAMENTE impegnativo, la
preparazione dei menù per le varie occasioni, la spesa e la coordinazione beh proprio non è mai abbastanza….. almeno per me!

In famiglia c’è un tacito accordo per l’organizzazione delle feste:

La vigilia di Natale siamo tutti a casa mia ed il menù è a base di
pesce, in prevalenza di baccalà (per me una goduria!) Ci sono tutti i miei fratelli con rispettivi figli e
suocere: si siamo proprio tanti!
 Monica ed io cuciniamo tutta la giornata e quando arrivano i  nipoti, ai  più grandi   spetta la frittura del baccalà e dei
calamari (ho una comodissima friggitrice professionale!) e come al solito
finiamo sempre per fare l’antipasto in piedi in cucina tra le pentole che
ancora vanno, le padelle fumanti e noi che gridiamo “attenti che vi
scottate”… ma è l’aperitivo migliore dell’anno!

Il giorno di Natale, siamo sempre a casa mia,ma  insieme ai pargoli del mio maritino
ed il menù è a base di carne e verdure.

Questo Natale poi c’era 
pagnottella
che sgambettava per tutta la casa è stata un 
divertimento. Per  lei ho preparato le stesse cose che abbiamo mangiato
noi grandi ma in miniatura : mini tortellini, stelline con il ragù bianco,
mini cannelloni di porri insomma tutto , ed ha gustato e mangiato  con mia
grande soddisfazione!

Il giorno di santo Stefano invece è il giorno degli avanzi per tutti…..!!!

Questi mini savarin di formaggio sono comodi si possono tranquillamente
congelare e farli “ambientare ” un’ora prima di gustarli!
Non ricordo dove ho preso questa ricetta ed quindi non me ne prendo la paternità!

Ingredienti:
Per la crema di formaggio
150 g di ricotta
150 g di mascarpone
25 g di formaggio da grattugiare (io ho usato una caciotta secca)
50 g di panna fresca liquida
25 g di mandorle
4 g di gelatina in fogli
sale e pepe q.b.
 Per la base
8 fette di pancarrè
Una noce di burro

Per la finitura
Gelatina di birra
Mandorle intere

Per prima ho amalgamato con il minipimer la ricotta, il mascarpone e in
formaggio grattugiato, sale e pepe: Poi ho tritato le mandorle ridicendola a
granella, ho idratato la colla di pesce in fogli in acqua fredda per dieci minuti, dopodiché
ho scaldato la panna ed ho fatto sciogliere la colla di pesce, precedentemente
strizzata. Poi ho unito tutti gli ingredienti e, utilizzando una sac a poche,
ho riempito i mini stampi di savarin.
 Dopodiché li ho messi nel congelatore . almeno per un paio d’ore, ma anche alcuni giorni se vi volete anticipare il lavoro.

Un’ora prima del consumo li ho tolti dal contenitore li ho messi in frigo e
al momento di servirli li ho appoggiati sulla fettina di pancarrè,
precedentemente tagliata della stessa dimensione del savarin, l’ho assottigliata
con il matterello  e tostata per qualche minuto nel forno con una
pennellata di burro.

Ho appoggiato il savarin sulla fettina di pancarrè ed ho messo un po’ di gelatina di birra nell’incavo del savarin, ho aggiunto un
pezzettino di mandorla pelata e li ho  serviti.

Sono un ottimo ma anche di effetto finger food.

 
Ciao

Patrizia

70 comments on “savaren di formaggio”

  1. Stupenda questa ricetta.. sicuramente originale e ben curata. <3 Mi dispiace moltissimo per le disavventure, e capisco bene quando un pelosino diventa parte integrante della famiglia.. in modo viscerale e profondo. Sono però felice che tutto si sia concluso al meglio! E per il tempo.. vi capisco.. come non mai…
    Intanto complimentoni e un abbraccio immenso <3

  2. anche per me le feste sono un gran can can di cucina parenti e preparativi , ma mi piace tanto anche se arrivo sempre….cotta! mi piace questa ricetta , un abbraccio
    ciao Reby

  3. Mi dispiace molto per quanto è accaduto..immagino l'ansia e la preoccupazione…per fortuna tutto si è concluso al meglio….
    complimenti per la ricetta, davvero raffinata e sicuramente gustosissima:) grazie mille per averla condivisa:)
    un bacione e buon inizio settimana
    Rosy

    • Noi pensiamo che la condivisione di qualcosa che ci piace, vuoi un bel posto , un buon film, un libro che ci ha fatto sognare o una ricetta gustosa ,dia un valore aggiunto al piacere provato !!!Ciao Rosy

  4. Sono felice di leggere che la brutta avventura si è conclusa bene!
    Il caos delle feste scombina tutti i ritmi e certe cose che richiedono più tempo, come il blog, vanno messe da parte, tanto lui…e noi…aspettiamo buoni buoni!
    Bellissima ricetta e buona settimana.
    Cri

  5. Benomale che l'hai ritrovato chissà che pena !!!!
    Certo con tutto quel lavoro il blog può attendere …..
    Ben tornata con questa splendida ricetta !!!!!
    Un abbraccio :-))

  6. Felice di sapere del ritrovamento, gli animali per chi li ama come noi sono una parte di noi e l'esperienza che hai vissuto è stata drammatica, immagino. Quanto alla ricetta, è favolosaaaa! Originale, elegante e scenografica, complimenti Patrizia, baci.

    • Grazie Stefania, abbiamo scoperto anche che nel nostro sud così tante volte criticato per il randagismo ci sono tante persone che dedicano moltissimo alla cura dei cani e gatti di strada……:-)

  7. mi è preso un colpo leggere di questa disavventura, anche io ho un cane e se scappasse via penso mi si spezzerebbe il cuore meno male che è andato a finire tutto bene…(per fortuna la mia Mayama poco si allontana, quando usciamo per la passeggiata per i campi dietro casa mia se pure si allontana poi si ferma e mi aspetta… o addirittura torna indietro…) questi savaren mi attirano proprio, ma sono pericolosissimi…troppo piccoli per me…uno tira l'altro! Un abbraccio SILVIA

    • Che fortunata la tua Mayama ad avere dei campi a sua disposizione ed anche tu sai che bello vedere il proprio cane scorrazzare felice e libero……hai ragione i savarin sono pericolosi :-))))Ciao Silvia

    • Ciao siamo Monica e Patrizia e ti ringraziamo per l'invito ma siamo così a corto di tempo che , anche se ci piacerebbe moltissimo, non partecipiamo ai contest….verremo sicuramente a trovarti :-)))

  8. Sono stata davvero felice di apprendere al notizia che l'avete ritrovata, la vostra cucciolona.
    Che bello il vostro Natale. Immagino la folla in casa, ma che divertimento 🙂

  9. Mi dispiace per quello che è successo, immagino l'angoscia di quei giorni. Noi a casa ne abbiamo una di cucciola, oramai anzianotta e senza di lei saremmo persi! Sono contenta che sia andato tutto per il meglio!
    Questo savaren è davvero interessante! A presto 🙂

  10. Meno male che avete ritrovato il "pelosone" e che bello il racconto del vostro Natale, sembrava quasi di essere presenti 🙂
    Sfiziosi questi savarin al formaggio.
    Un bacio

  11. meno male che hai ritrovato il tuo amico pelosino…so cosa significa perdere i nostri cari pelosi..e sono felice per te..!! Il tuo savaren è strepitoso adoro i formaggi che hai usato …bellissimi e buonissimi..!! ciao

  12. Ciao carissima e grazie del passaggio! ti scrivo qui perchè se sei interessata a partecipare all'MTChallenge basta leggere il regolamento, preparare la ricetta di questo mese e… buttarsi!!! sono sicura che ti appassionerai come me! ti lascio il link alla pagina della sfida http://www.mtchallenge.it/2014/02/mtc-n-36-la-ricetta-della-sfida-di.html e per ogni dubbio o domanda puoi lasciare il tuo commento nel "Filo Diretto" qui: http://www.mtchallenge.it/2014/02/mtc-n-36-il-filo-diretto.html i giudici ti risponderanno in breve tempo! allora ti aspetto! un bacione!

  13. Ciao Patrizia, non sapevo del cane… immagino la paura e l'ansia, deve essere stato terribile… meno male che tutto si è risolto al meglio e che adesso è di nuovo con voi!!! <3 Questo savaren deve essere squisito, fantastico con la gelatina di birra e molto raffinato 🙂 Un forte abbraccio, buon weekend :**

    • Si Vale a pensarci …..che angoscia! adesso è tutto risolto ed abbiamo ripreso alla grande.
      La gelatina di birra aggiunge quel non so che….mi è piaciuta proprio come ricetta.
      Buon inizi settimana

  14. Anche noi abbiamo avuto una pagnottina che sgambettava allegramente per casa, e anche buongustaia e amante della pastasciutta e della cioccolata!! Che gioia che sono. E come capisco anche la vostra ansia per la scomparsa di un pelosetto. Per fortuna con esito positivo! E soprattutto, non importa dove tu abbia preso la ricetta (io ho tanti appunti di ricette prese qua e là quando non avevo il blog e non pensavo di averlo e di conseguenza non annotavo di chi fosse!) … ce l'hai donata e preparata in maniera eccellente. Deve essere squisita! Buon fine settimana!

    • Elly come sempre sei dolcissima! E' vero penso che ognuno di noi ha appunti sparsi di ricette non sempre con l'autore….in fondo in fondo non ci interessava molto prima che decidessimo di aprire un blog
      Buona giornata

  15. Ciao!!!….caspita non sapevo nemmeno io del vostro cane…sono davvero felice che lo abbiate ritrovato..mi immagino solo lo spavento. Anche per noi le bestiole (cane & co) sono parre integrante della famiglia, e se c'è qualcosa che non va, salute od altro, saltano alcuni equilibri…
    Sono contentissima che siate tornate e soprattutto che tra poco ci vedremo!!!
    Che buono questo dolce!!!
    E la presentazione è davvero elegante, mi piace…poi la gelatina di birra mi incuriosisce troppo.
    Baci buona domenica!!! <3 Roby

  16. Ciao, bentornate e con la bella notizia del ritrovamento del pelosetto smarrito!!! Che belle devono essere le vostre feste di Natale così movimentate!!!
    Che sfizioso antipasto e quella gelatina di birra mi incuriosisce molto!!!
    Baci

    • Laura penso che le feste di Natale è il periodo più bello dell'anno! Sono fsticose ma è meraviglioso stare insieme alla mia grande famiglia!
      Provala la gelatina di birra è sfiziosissima
      Buona giornata

    • Grazie dell'accoglienza , anche per noi è un piacere leggerti! Anche mio marito preferisce molto il formaggio pensa che a volte lo prendo in giro perchè se fosse per lui farebbe il bagno nel formaggio.
      Buona giornata

  17. Idea formidabile e ottima da preparare in anticipo.
    Fra non molto dobbiamo festeggiare il 1° compleanno del mio nipotino e sono sempre alla ricerca di ricette da preparare per tempo!
    Un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *