Le patate sono un’alimento eccezionale: sono infinite le cose che si possono fare e penso di non avere mai preparato la stessa ricetta per più di tre volte! Vario tanto…

Le acquisto due volte all’anno da un contadino ed il sapore è eccezionale, ne faccio una bella scorta, che lascio, dentro un sacco di iuta, al buio in cantina. Sono una qualità di patate “universali”, nel senso che posso realizzare quasi ogni ricetta e sono buone anche semplicemente lessate e condite con un filo di olio.

Stavolta ho preparato dei gateau e li ho fatti di varie forme perché per ognuna ho usato una imbottitura diversa.

Ho lessato circa 1,5 kg patate partendo da acqua fredda con sale grosso (2 generose manciate) in modo da non far spaccare la buccia durante la bollitura e non far penetrare acqua.
Normalmente le faccio bollire circa 40 minuti, ma quando devo realizzare un purè o dei gateau, appunto, le faccio lessare 15 minuti in più. 
Sto attenta anche a non bucarle con la forchetta (per la famosa prova cottura!) ma uso uno stecchino di legno.
Una volta cotte le passo nello schiacciapatate, aggiungo il sale (il calore lo fa sciogliere meglio) e dopo che si è raffreddato, aggiungo 3 tuorli, noce moscata q.b. e parmigiano (100 grammi per ogni chilo di patate), questa è la purea di patate che uso come base.

Nel frattempo ho preparato le varie farce.

Devo essere sincera le farce non le preparo mai il giorno che decido di cucinare i gateau (per me è un po’ lunga come preparazione) ma ho quasi sempre nel  congelatore dei pacchettini con formaggi tagliati o spinaci già lessati uniti a della ricotta oppure ragù di carne con la cipolle… oppure quello che trovo (il mio congelatore è un po’ come la borsa di Mary Poppins !!!)
Gateau a forma di mezza sfera :
  100 gr di formaggio semi-stagionato ( va bene anche una scamorzina)
4 fettine di salame napoletano
pangrattato q.b.
burro q.b.

Con la purea di patate, ho riempito per metà dei contenitori antiaderenti a forma di mezza sfera (ma vanno bene di qualsiasi forma), ho aggiunto dei pezzetti di scamorza ed una pezzettino di salame, ho ricoperto con un’altra parte di purea di patate ed ho cosparso il tutto di pangrattato ed un fiocchetto di burro.

Li ho infornati a 200°C per 25 minuti circa

Gateau a forma quadrata:

4 cipolle di media grandezza
un po’ di brodo vegetale
50 gr di carne macinata
1 cucchiaio di vino bianco
70-80 gr di scamorza affumicata
q.b. pangrattato

Il procedimento è lo stesso dei gateau a forma di mezza sfera, solo la farcia è diversa: in questi c’è del ragù di carne che ho preparato facendo rosolare le cipolle nell’olio per una trentina di minuti, aggiungendo un poco di brodo caldo, poi la carne macinata, una cucchiaiata di vino bianco e ho continuato la cottura per altri 20 minuti, aggiungendo alla fine sale e pepe.
Uso quindi questo ragù come farcitura aggiungendoci anche un pezzetto di scamorza. 

Gateau a forma di cannolo:

100 gr di spinaci lessati, strizzati e frullati
200 gr di ricotta
1 cucchiaio di parmigiano
q.b.sale e pepe

Ho disteso su di un foglio di carta forno la purea di patate formando dei piccoli rettangoli da avvolgere intorno alla forma di alluminio del cannolo (quella che si si usa per i cannoli siciliani tanto per intenderci), li avvolti uno ad uno nella carta forno chiudendola a caramella. Li ho infornati a 200°C per 20 minuti, una volta raffreddati, li ho staccati molto delicatamente dallo stampo e messi nel congelatore per 15 minuti. 
Nel frattempo, in una ciotola, ho unito gli spinaci, la ricotta, il parmigiano, il sale ed il pepe mischiandoli con un cucchiaio e ho messo il tutto in una sac-à-poche; ho ripreso i “cannoli di patate” dal congelatore ed ho rifinito i bordi (lo sfrido l’ho messo nella farcitura), li ho farciti con il composto di spinaci e li ho rimessi nel forno con un fiocchetto di burro per 10 minuti. 

Ciao, Patrizia
 
  
 

45 comments on “Tris di gateau”

  1. Patrizia! Mi sa che siamo sulla stessa lunghezza d'onda! Anche a me piace "diversificare" le pietanze. Basta un pò di fantasia ed un semplice gateaux si trasforma in stuzzicanti piattini con cui dare un'impronta diversa ad una normale cena!
    Ne ho in mente alcuni per la sera di san valentino! Se mi verranno bene…li vedrai sul mio blog!!!
    Mi sono inserita tra i tuoi lettori e ti metto anche un g+ al blog!!
    saluti alla sorellina… 😉
    vi abbraccio!

  2. Eccomi qua, ho colto volentieri il vostro invito e direi che il benvenuto è davvero appetitoso, amo molto e patate. E' un vero piacere conoscervi.
    A presto, buona giornata.
    Cri

  3. Ma che idea ragazze,prendo appunti e conservo,non si sa mai ahahaha.
    Bellissime ricette e buonissime torte,anche la vostra storia mi ha divertito,a dire il vero, neppure io collezionerei tappi di bottiglie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *