L’estate sta finendo…… è vero ma oggi, dopo le piogge ad intermittenza dei giorni scorsi è stata una giornata “d’amare”! Avrei voluto fare un bel filone dal lavoro ed andarmene a zonzo, come quando, fino a qualche anno fa, noi sorelle andavamo in città un intero pomeriggio anche solo per comprare un paio di pantaloni. Alla fine ho fatto la brava, sono rimasta in ufficio e sono andata da Pietro. Un mito. Un confidente delle casalinghe disperate  e non, tutti i giorni alle prese con la ricetta velocebuonaeconomica. Sempre pronto a dare ed ascoltare ricette, nonchè il migliore pescivendolo della zona.
Ok niente filone ma una bella cena con un primo piatto di quelli che ricorda quelle fatte in barca quest’estate, siiii. Ed allora saranno vongole! Le adoro,non potrei mai farne a meno! Sono dei frutti di mare meravigliosi che cucino in vari modi, ma abbinati agli spaghetti sono il mio primo piatto preferito.
Nel passato li ho cucinati tante volte, sempre alla ricerca del giusto equilibrio di sapore e l’ho trovato!
Vi trasmetto la ricetta in maniera minuziosa, con i gesti che io compio sempre e per qualcuno potranno sembrare inutili, ma vi assicuro che non lo sono affatto questo piatto è strabiliante!!!!
Innanzitutto io uso pasta Afeltra trafilata al bronzo e devono essere spaghetti e non vermicelli altrimenti……. Di vongole ne occorrono almeno 250 grammi a persona,  quelle “veraci”, ed aggiungo sempre una manciata (circa 300 grammi per chilo) di lupini. (Questo è un segreto di Pietro, così facendo dò più sapore).
Adesso passiamo agli ingredienti per 4 persone:
320 gr. di Spaghetti
1kg di Vongole
300 gr di Lupini

2 spicchi Aglio
Olio q.b.
2 cucchiai di fumetto di pesce
Prezzemolo lavato, asciugato bene, sminuzzato

vino bianco

Aprire i frutti di mare in una pentola con olio, aglio ed 1 cucchiaio di vino bianco. Appena i gusci si sono aperti, tenerli in caldo, sgusciare solo i lupini e filtrare il liquido di cottura che hanno rilasciato. Nel frattempo avete messo l’acqua per la pasta sul fuoco, quando viene a bollore calate gli spaghetti e rimestateli con un cucchiaio di LEGNO, l’ho evidenziato perché il cucchiaio di legno cattura l’amido che la pasta scarica nell’acqua e questo ci servirà in seguito.
Mettete a soffriggere olio abbondante ed aglio in una padella che possa contenere anche la pasta e rosolateci per pochissimi minuti le vongole ed i lupini. Scolare la pasta a metà cottura (ricordate di conservare un po’ di acqua della pasta può essere utile nel caso la pasta risultasse asciutta) e saltate nella padella, divertitevi a spadellare continuamente aiutandovi con il cucchiaio di legno che avete usato per pasta. Cosa succede? Che tutto l’amido che stava vicino al cucchiaio di legno viene scaricato nell’olio e quindi aiuta a fare un sugo un po’ più denso….
Spadellare, spadellare, spadellare!!!! Vedrete è divertentissimo: quando lo faccio mi sento un grande chef!
Aggiungete il prezzemolo asciutto e tritato, impiattate e……correte a mangiarli subito!

Ciao Patrizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *